NAVIGA IL SITO
Home » Guide » Aziende e imprese » Come aprire un negozio di oggettistica

Come aprire un negozio di oggettistica

Un negozio di oggettistica propone la vendita al dettaglio di articoli da regalo, articoli cristallerie, bomboniere e tanti altri piccoli e grandi articoli. Si possono anche trovare oggetti in vetro di Murano, oggettistica di vario genere per lista nozze, insomma un negozio davvero completo di tanti accessori!

Istruzioni
Difficoltà
  1. Aprire un negozio di oggettistica può rappresentare un investimento vantaggioso, in virtù della grande affluenza che puoi avere se decidi di vendere anche bomboniere e altri oggetti per la casa. I tuoi clienti potranno reperire tutti i gli oggetti per rendere il loro ambiente familiare più confortevole e bello.
  2. Un bel negozio di oggettistica deve definire alta qualità e valore di un oggetto prodotto da qualsiasi marca. Gli oggetti da casa e le bomboniere sono attualmente molto in voga. Negli ultimi anni hanno avuto notevole diffusione soprattutto se si tratta di manufatti, ancora di più se si tratta di oggetti di qualità made in Italy.
  3. Dovrai aprire quindi la partita Iva. La partita Iva è una sequenza di numeri che identifica in maniera univoca un soggetto che esercita un'attività economica. Richiedere la partita Iva è abbastanza semplice, i modelli che si utilizzano sono quelli predisposti per denunciare l'inizio attività, ma se vuoi puoi rivolgerti a un commercialista.
di Flo83

Ultime Guide e Articoli di Aziende e imprese
da

Soldionline

MPS, l'aumento di capitale sarà di 5 miliardi di euro

MPS, l'aumento di capitale sarà di 5 miliardi di euro

La decisione della banca è coerente con la necessità di adeguare i propri indicatori patrimoniali ai migliori standard di mercato. Confermata la presenza di un consorzio di garanzia Continua »

da

ABC Risparmio

Tasi 2014: quanto e quando si paga

Tasi 2014: quanto e quando si paga

Arrivano dal Governo le prime direttive a Comuni e contribuenti su come comportarsi con la nuova tassa sui servizi indivisibili. Entro il 16 giugno andrà pagato il 50% del totale dovuto. Continua »