NAVIGA IL SITO
Home » Guide » Aziende e imprese » Come aprire un negozio di vendita saponi
Guide simili Non ci sono articoli correlati per questo articolo
Speciale Non ci sono articoli correlati per questo articolo

Come aprire un negozio di vendita saponi

Con questa guida originalissima ti illustrerò in modo molto facile ed attuabilissimo come aprire un caratteristico negozietto di sapone fatto in casa totalmente "handmade" per metterti in affari producendo un prodotto naturale che ha poche spese, ma un grosso giro d'affari.

Istruzioni
Difficoltà
come-aprire-un-negozio-di-vendita-saponi

Approfondimento:

Non ci sono articoli correlati per questo articolo
  1. Di recente sta andando molto di moda l'idea di prepararsi il sapone in casa, per usare prodotti che sono meno invasivi per la pelle e per fare qualcosa di naturale, con le proprie mani. Niente esclude che il fatto di prepararsi il sapone in casa possa diventare un lavoro, aprendo un particolare negozietto di sapone artigianale.
  2. Per prima cosa devi trovare un posto adatto. Ti basta un piccolo localino in un centro cittadino, un luogo di passaggio, in modo che la gente curiosa si affascini e compri qualcosa della tua linea di saponi artigianali. Molto importante è anche l'ambiente che riesci a creare all'interno del tuo negozio, cerca di essere minimale, mettendo mobili in legno e scaffali, sui quali esporre tutte le qualità e le fragranze di sapone, con etichette in carta riciclata e magari decorando il negozio con fiori secchi e profumandolo con incenso ed essenze profumate.
  3. La documentazione necessaria per poter avviare un commercio di sapone è la solita, ovvero una partita IVA e l'iscrizione alla camera di commercio. Altra cosa da avere è un'autorizzazione dall'ASL del comune di appartenenza per la vendita di prodotti cosmetici, dei quali verrà effettuato un controllo ed una analisi per attestarne la genuinità.

Leggi anche:

Non ci sono articoli correlati per questo articolo
di Richard

Commenti dal 1 al 3
(3)

Sergio giovedì, 2 maggio 2013

difficoltà e disparità.. per chi vuole creare un'attività

la produzione e la vendita di prodotti in piccola scala è quasi impossibile, non basta il locale, le attrezzature, la laurea: c'è una burocrazia soffocante e una mentalità che impedisce a chi ha voglia di lavorare di crearsi una propria impresa, un'attività produttiva, un posto di lavoro. Impedimenti falsamente celati dietro un desiderio di sicurezza per il consumatore che poi viene calpestata quando in prodotti simili (e anche in alimenti) prodotti da multinazionali o in paesi extra-comunitari per i quali è permesso praticamente tutto. In molte materie prime (oli e grassi vegetali) con cui si producono saponi (ed anche molti alimenti) provenienti da Asia e Africa si trova ancora il DDT, qui proibito da decenni.. oppure vogliamo parlare del caso recente delle carni equine?

n° 3
saponificatrice lunedì, 17 settembre 2012

falsità!

Ma per favore! In Italia non si può fare nulla di nulla! Con le leggi che ci sono, chi produce sapone naturale, non può venderlo nemmeno in piazza con un misero banchetto perchè ci devono speculare e ci vogliono mille permessi! Si preoccupano inutilmente dell'igiene e delle probabili allergie di chi compra, quando poi lasciano vendere della vera m**da ai cinesi e quant'altro! Eliminate sta guida va!

n° 2
Giorgio D'Este martedì, 15 novembre 2011

Sembra facile

NON è così per niente purtroppo.CI VUOLE un direttore tecnico laureatissimo in chimica o farmacia ecc. locali da industria tipo multinazionale,un vero incubo burocratico impossibile da superare (se non con ingenti capitali) quindi addio alle saponette naturali. Io ci ho provato, amo fare le saponette naturali e sono disoccupato...per un po ho sognato di poter fare di un hobby un lavoro ma l'Italia che lascia lavorare chi ne ha voglia è morta

n° 1
chiara venerdì, 6 luglio 2012

R: Sembra facile

purtroppo giorgio ha ragione. anch'io faccio saponi da anni e riesco a venderli soltanto in alcune fiere particolari, sempre aspettandomi che un giorno o l'altro arrivi qualcuno dell'asl a tagliarmi le gambe.
ho un sacco di idee e una ben precisa di come vorrei il mio laboratorio di produzione e vendita, ma quando ho fatto le mie ricerche, tra studi tecnici, asl ecc., mi veniva da piangere.
in ogni caso non mi arrendo. il mondo sta cambiando anche perché ci sono persone che non si arrendono a leggi che ostacolano i piccoli imprenditori e aiutano soltanto le imprese giganti.

giorgio, è possibile contattarti per scambiarci delle opinioni e le nostre esperienze?

Marisa lunedì, 23 aprile 2012

R: Sembra facile

infatti nn riesco a capire perchè scrivono stronzate di questo tipo!
Anch'io faccio saponi è il sogno di fare un negozietto è un'utopia!

Luca Z. mercoledì, 20 giugno 2012

R: R: Sembra facile

Ma, Marisa?! Te lo chiedi? "Scivi la tua recensione e guadagna", ecco il perchè di queste stronzate...

tristalsmj lunedì, 16 luglio 2012

R: R: R: Sembra facile

Ma se invece uno produce saponi e li commercializza all'estero tramite internet? Ci vuole un laureato in chimica anche x questo?

Lulù domenica, 21 aprile 2013

R: R: R: R: Sembra facile

Mi sembra di capir, quindi, che dobbiamo rinunciare al nostro sogno di produrre sapone naturale artigianale solo perchè non abbiamo una laurea? Non è possibile, non ci voglio credere...deve esserci un modo ragazzi!!! Non perdiamo le speranze...

Non ci sono articoli correlati per questo articolo
da

Soldionline

Vendite sulle banche e Piazza Affari vira in rosso

Vendite sulle banche e Piazza Affari vira in rosso

Partenza negativa per il Monte dei Paschi di Siena. L’istituto toscano è stato subito sospeso per eccesso di ribasso. Intonazione positiva per ENI e Luxottica Continua »

da

ABC Risparmio

Quanto risparmiare per la pensione integrativa

Quanto risparmiare per la pensione integrativa

Quanto dovete accantonare per raggiungere una pensione che vi permetta lo stile di vita che desiderate? Lo strumento che trovate a questa pagina vi aiuta a farvi un’idea. Continua »