NAVIGA IL SITO
Home » Guide » Aziende e imprese » Come Compilare La D.i.a.
Guide simili Non ci sono articoli correlati per questo articolo
Speciale Non ci sono articoli correlati per questo articolo

Come Compilare La D.i.a.

La Denuncia di Inizio Attività o meglio chiamata D.I.A. è un atto amministrativo molto importante alla Pubblica Amministratore in quanto compie un ruolo di vigilanza sull'attività edilizia. Con questo modello infatti è possibili ristrutturare casa, effettuare opere di manutenzione straordinaria e persino costruire nuovi edifici.

Istruzioni
Difficoltà
come-compilare-la-d-i-a

Cosa serve

  • Modello DIA del Comune
  • Allegati richiesti

Consigli utili

  • Guardate bene le differenze tra DIA e SCIA

Approfondimento:

Non ci sono articoli correlati per questo articolo
  1. Per poter compilare una D.I.A. prima di tutto è necessario essere dotati del modello della stessa su carta intestata del Comune in cui è ubicato l'immobile oggetto di pratica edilizia con l'apposita casellina per il timbro comunale del protocollo per quando verrà consegnata.Il modello D.I.A. chiederà i dati del proprietario dell'immobile (nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza e c.f.), i dati dell'immobile (indirizzo, n. di foglio e mappale catastale), i dati del tecnico progettistica, Direttore Lavori ed eventualmente il tecnico per la stesura dei cementi armanti se il caso ne richiede.
  2. Nella D.I.A. a differenza del Permesso a Costruire (P.C.) dovrà essere comunicato prima della presentazione in Comune, il nominativo dell'impresa scelta che dovrà eseguire i lavori. Nel caso tale dato non verrà inserito la pratica risulterà incompleta. Dopo di che il tecnico progettista dovrà redigere una relazione tecnica asseverata in cui dovrà scrivere in poche righe il tipo di intervento che si andrà a compiere sull'immobile.
  3. Alla fine si dovranno evidenziare gli allegati che inseriremo nella pratica, come:- titolo di proprietà;
    - estratto di mappa catastale con individuato l'immobile o l'area oggetto d'intervento;- estratto di PRG o PGT per i Comuni in cui è già stato approvato sempre con l'individuazione dell'immobile o area oggetto d'intervento;- relazione tecnica;- documentazione fotografica;- dichiarazioni da parte del progettista e committente che il caso ne richiede;- Valutazione Impatto Ambientale;- documentazione impresa (DURC, visura camerale, dichiarazione organico medio annuo).
  4. Per ultimo ma più importante, in allegato andranno aggiunte le tavole grafiche rappresentative dell'intervento divise in 3 parti:- stato di fatto: in cui deve essere rappresentato lo stato attuale dell'immobile o area raffigurato con una planimetria, prospetti e sezioni quotati;- stato di progetto: in cui deve essere rappresentato ciò che si vuole realizzare dopo l'intervento sempre con planimetria, prospetti e sezioni quotati;- stato di confronto: in cui deve essere rappresentato in giallo le demolizioni e in rosso le costruzioni.

Leggi anche:

Non ci sono articoli correlati per questo articolo
di 3nene

Non ci sono articoli correlati per questo articolo
da

Soldionline

Il rallentamento della manifattura pesa sulla Borsa italiana

Il rallentamento della manifattura pesa sulla Borsa italiana

Avvio di settimana incerto per Piazza Affari e per le principali borse europee, in una seduta orfana di Wall Street. A pesare il rallentamento della manifattura europea Continua »

da

ABC Risparmio

Quanto rendono i migliori conti deposito di settembre

Quanto rendono i migliori conti deposito di settembre

I conti deposito rappresentano una forma di investimento sicura e redditizia. Scopriamo insieme quali sono le migliori opzioni presenti oggi sul mercato all'inizio di settembre. Continua »