NAVIGA IL SITO
Home » Guide » Aziende e imprese » Ecco Come Sarà il Negozio del Futuro

Ecco Come Sarà il Negozio del Futuro

I pagamenti tradizionali tramite contanti e carte cedono il passo alle transazioni mobili - Le entrate relative alle vendite online raggiungeranno quota 4,3 trilioni di dollari nel 2025

di Redazione Soldionline 9 lug 2013 - ore 13:54
Articolo a cura di Frost & Sullivan

Si prevede che macro tendenze come la connettività e la convergenza cambieranno il volto del commercio al dettaglio, permettendo ai commercianti di fondere digitale, virtuale e fisico in un unico modello di negozio online con punti vendita reali (“bricks and clicks”). Questo canale integrato diventerà la norma in futuro e sarà probabilmente attuato da tutti i commercianti entro il 2015. I commercianti con punti vendita reali stanno già potenziando l’infrastruttura informatica e la logistica per ampliare la propria presenza online e attingere a questo mercato in crescita.

Una nuova analisi di Frost & Sullivan, intitolata “Bricks and Clicks”, ha rilevato che le entrate relative alle vendite online raggiungeranno quota 4,3 trilioni di dollari nel 2025, pari a quasi il 20% del totale delle vendite al dettaglio. Nei principali mercati, come gli Stati Uniti o il Regno Unito, quasi il 25% delle vendite al dettaglio sarà online. Inoltre, le vendite online stanno crescendo più rapidamente rispetto ai canali tradizionali in Paesi come il Giappone e la Corea del Sud.

Il segmento relativo ai media e all’intrattenimento assisterà alla maggiore penetrazione delle vendite online (82%) entro il 2025, specialmente grazie all’avvento di piattaforme come iTunes, gli e-reader e Netflix, che hanno portato uno spostamento massiccio verso il digitale.

“L'aumento di dispositivi connessi e la disponibilità di connessioni internet più veloci stanno rivoluzionando il mondo degli acquisti e alimentando l’espansione del mercato online - afferma Archana Vidyasekar, analista del gruppo di ricerca Visionary Innovation di Frost & Sullivan -. I modelli di logistica B2C innovativi e la crescente influenza dei social media, insieme alla convenienza di cercare e confrontare prodotti online a prezzi competitivi, hanno aiutato a convertire molti in acquirenti online.”

La rapida urbanizzazione sta trasformando il commercio al dettaglio con punti vendita reali dal grande formato a formati più ridotti. Entro il 2020, le dimensioni dei punti vendita si ridurranno del 15-20%. Diversi commercianti stanno sperimentando l'apertura di piccoli negozi online oppure punti vendita “express” con una superficie tra i mille e i cinquemila metri quadrati. Altre nuove modalità di commercio al dettaglio come i negozi interattivi, la modalità click-and-collect (ossia acquisto online e ritiro in negozio), il social commerce e i negozi virtuali sono imminenti ora che i commercianti cercano di aumentare i punti di contatto con i consumatori.

Il negozio virtuale, in particolare, è un ottimo esempio di un modello con punti vendita reali che sfrutta efficacemente le tecnologie emergenti come ad esempio la realtà aumentata. I giganti della vendita al dettaglio come la Tesco hanno raggiunto il successo grazie ai negozi virtuali in Paesi come la Corea del Sud, dove la diffusione degli smartphone è estremamente elevata. Le vendite online della compagnia sono aumentate del 130% entro pochi mesi dal lancio dell’app per l’acquisto da casa nel negozio virtuale – l’app più scaricata in Corea.

“Si stanno introducendo negozi virtuali nelle zone di transito come metropolitane o aeroporti e sotto forma di poster virtuali sugli autobus e alle fermate, il che evidenzia la loro importanza nel futuro del commercio al dettaglio globale - afferma Vidyasekar -. Così come i modelli di shopping on-the-go stanno diventando sempre più popolari, le carte di credito e il denaro contante tradizionale lasceranno il posto a canali di pagamento mobili convenienti e facilmente accessibili”. Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

Soldionline

FTSEMib, mezzo punto percentuale guadagnato

FTSEMib, mezzo punto percentuale guadagnato

Qualche spunto tra i bancari. Buona seduta per Fiat Chrysler Automobiles e per Poste Italiane. In forte calo, invece, Geox, dopo la diffusione dei risultati preliminari del 2017 Continua

da

ABC Risparmio

Flat tax: cos'è e come funziona il sistema ad aliquota unica

Flat tax: cos'è e come funziona il sistema ad aliquota unica

Con flat tax si intende un sistema fiscale ad aliquota unica. Lo si indica anche come sistema proporzionale. Inserirla nel sistema italiano, potrebbe richiedere una riforma costituzionale Continua »