NAVIGA IL SITO
Home » Guide » Aziende e imprese » SRL semplificata e a capitale ridotto un mese (e più) dopo: alcune considerazioni

SRL semplificata e a capitale ridotto un mese (e più) dopo: alcune considerazioni

E’ passato ormai più di un mese dalla fatidica data del 29 agosto, ovvero la “data di nascita” operativa delle SRL semplificate (e delle sorelle maggiori SRL a capitale ridotto)

di Redazione SoldieLavoro 16 ott 2012 - ore 09:42
A cura di Rosario Emmi - Commercialista24ore.com

E’ passato ormai più di un mese dalla fatidica data del 29 agosto, ovvero la “data di nascita” operativa delle SRL semplificate (e delle sorelle maggiori SRL a capitale ridotto).
Un poco più di un mese abbiamo dovuto fronteggiare sul nostro sito (clicca qui) una miriade di richieste di informazioni in merito all’apertura e, soprattutto, ai costi di apertura della SRL semplificata e a capitale ridotto.

Abbiamo anche seguito la costituzione di una SRL semplificata, e a proposito cogliamo l’occasione per ricordare che, all’atto della costituzione di una SRL semplificata o a capitale ridotto è sempre bene rivolgersi ad un commercialista di fiducia che segua nella costituzione, anche perchè (e riteniamo sia fisiologico) visto il carattere gratuito delle SRL per under 35 i notai cerchino (e sicuramente non possiamo biasimarli) di perdere il meno tempo possibile, non approfondendo tutte le informazioni necessarie per la costituzione della società.

Inoltre il ruolo del commercialista è quasi sempre fondamentale per l’apertura della partita iva (che solitamente il notaio non mette in atto, non essendo il suo campo) e successivamente l’inizio attività: ricordiamo infatti che il notaio effettua la costituzione e l’iscrizione al registro imprese, e che entro 30 giorni da tale costituzione è necessario effettuare l’inizio attività presso il Registro delle Imprese della provincia in cui la società ha la sua sede legale, e qui vi è infatti una nota dolente: tra i costi “sommersi” che sono poco pubblicizzati (come la tassa di vidimazione libri sociali di 309,87 euro) vi è il diritto di segreteria di 30 euro per la Camera di Commercio, e alcune volte (come ci è capitato) il diritto per la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA).

E per fortuna che la SRL semplificata era esentata da diritti...
Non possiamo dare informazioni  ulteriori sulla SRL a capitale ridotto in quanto, in tutta franchezza, non vediamo alcuna utlità nel costituirne una visto che non vi è alcun risparmio rispetto ad una SRL classica (a parte il capitale, che comunque è a nostro avviso necessario per il funzionamento iniziale di una società, e potrebbe creare non pochi problemi con banche e fornitori).
Vorremmo inoltre ricordare, a chi si sta approcciando alla costituzione di una SRL semplificata o l’ha già costituita, che è obbligatoria la vidimazione dei libri sociali da parte del notaio, quindi è sempre bene chiedere prima anche l’eventuale costo per tale vidimazione.

commercialista24ore Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

Soldionline

FTSEMib, mezzo punto percentuale guadagnato

FTSEMib, mezzo punto percentuale guadagnato

Qualche spunto tra i bancari. Buona seduta per Fiat Chrysler Automobiles e per Poste Italiane. In forte calo, invece, Geox, dopo la diffusione dei risultati preliminari del 2017 Continua

da

ABC Risparmio

Flat tax: cos'è e come funziona il sistema ad aliquota unica

Flat tax: cos'è e come funziona il sistema ad aliquota unica

Con flat tax si intende un sistema fiscale ad aliquota unica. Lo si indica anche come sistema proporzionale. Inserirla nel sistema italiano, potrebbe richiedere una riforma costituzionale Continua »