NAVIGA IL SITO
Home » Guide » Lavoro » Come diventare operatore scolastico
Guide simili Non ci sono articoli correlati per questo articolo
Speciale Non ci sono articoli correlati per questo articolo

Come diventare operatore scolastico

Chi é nato più di venti anni fa li ricorda come i bidelli, quelle simpatiche ma a volte anche severe figure che nelle scuole coadiuvano le operazioni scolastiche di insegnanti, segretari e altro personale amministrativo, oggi sono chiamati operatori o collaboratori scolastici.

Istruzioni
Difficoltà
come-diventare-operatore-scolastico

Approfondimento:

Non ci sono articoli correlati per questo articolo
  1. Anche per questo tipo di lavoro ci vuole un po' di fortuna, ci sono delle graduatorie e con la crisi che ancora imperversa tali graduatorie si sono allungate. Per lavorare come collaboratore scolastico, bisogna essere inseriti in una graduatoria (ATA), quindi appena esce il bando dovrai compilare una domanda di lavoro.
  2. Tale domanda potrai consegnarla al patronato della tua città, a cui potrai chiedere anche informazioni più specifiche o a una specifica scuola. Visita spesso il sito del ministero dell'istruzione, devi vedere personale Ata. L'alternativa è fare domanda attraverso il centro per l'impiego della tua zona.
  3. Ultimamente infatti al centro dell'impiego si rivolgono gli istituti sempre più spesso per ricoprire posti a tempo determinato, ma devi essere iscritto al centro per l'impiego e in questo caso per essere chiamati conta, come puoi immaginare l'anzianità di iscrizione. La graduatoria terza fascia è uscita a luglio 2008 e sarà valida fino al 2011.

Leggi anche:

Non ci sono articoli correlati per questo articolo
di Flo83

Non ci sono articoli correlati per questo articolo
da

Soldionline

Borse in rialzo. Caporetto di Seat

Borse in rialzo. Caporetto di Seat

Piazza Affari e le principali borse europee hanno terminato la seduta odierna con gli indici in territorio positivo. Drammatico il crollo di Seat (-90%!). Tra i bancari male Mps Continua »

da

ABC Risparmio

Cos'è la voluntary disclosure

Cos'è la voluntary disclosure

Approvata in via definitiva dal Parlamento, è una procedura che permette a chi detiene capitali fuori dall’Italia non dichiarati al Fisco di sanare la propria posizione. Continua »