Soldi e Lavoro

Il Post

Ultimo stipendio dopo dimissioni

Buongiorno,dopo aver dato un preavviso di addirittura un mese mi sono dimesso, ero apprendista da 2 anni lavoravo nell artigianato..bar/pizzeria.Il mio rapporto e’ terminato il 28 febbraio ,al 15 marzo aspettavo lo stipendio di febbraio ma ancora dicono che non e’ pronto..so’ che devo aspettare fino a 6 mesi per la liquidazione ma per l’ultimo stipendio non mi sembra giusto.Gia’ me ne sono andato perche’ ero un po’ esasperato perche ‘ ogni volta facevo ore in piu’ non retribuite ….questo posso dimostrarlo??e altre promesse che non sto’ qui ad elencare ….vorrei farmi solo rispettare perche’ sono stanco di essere preso in giro. Grazie

Salve,

in realtà, l’ultimo stipendio dovrebbe essere erogato al termine del rapporto di lavoro o comunque entro i tempi tecnici necessari al datore di lavoro per provvedere al pagamento e all’emissione della relativa busta paga, quantificabile, in genere, in circa tre mesi. Al posto suo, se entro giugno non mi fosse corrisposta la retribuzione, mi rivolgerei a un avvocato per chiedere al giudice del lavoro un decreto ingiuntivo.

Per quanto riguarda, invece, le ore di lavoro straordinario, è lei che dovrebbe sapere se può dimostrarlo. Le posso solo dire che la relativa prova può essere offerta non solo tramite dei documenti (per i quali si può chiedere al giudice anche un ordine di esibizione se fossero in possesso solo del datore), ma anche attraverso testimoni.

Posta le tue domande sul forum Consulenze gratuite
Ti è piaciuto questo articolo? Seguici su Facebook!

Post correlati:

1 Commento

Una risposta a “Ultimo stipendio dopo dimissioni”

  1. La Corte Giovanni dice:

    01 mar 2012 alle 14:49

    Sono attualmente disoccupato a causa di una serie di peripezie che cercherò di sintetizzare.
    Lavoravo con una grossa azienda del food e beverage “……..”,la quale circa due anni fa ci informò che loro non potevano più tenere dipendenti, quindi dovevano esternalizzare il lavoro presso una cooperativa.Dicendo che non ci sarebbero stati problemi visto che tanto la medesima ci avrebbe assunti e che avrebbe tenuto gli stessi standard di lavoro,come stipendi orari ecc…dopo averci fatto firmare un accordo siamo passati in questa coop. pagando 2.500 euro di quota sociale.Tutto e andato “bene” per qualche mese,dopo questo periodo sono cominciati i problemi,come;riduzioni di stipendio,richieste di fuori orari,richieste di giornate di lavoro gratuite,cambi di mansioni ecc…
    quando alla fine mi sono accorto che questa coop. teneva un comportamento scorretto nei riguardi dei appaltanti e anche dei miei ex datori di lavoro,ho richiamato alcuni di questi disonesti dicendo che li avrei denunciati.Risultato ho scoperto che la dirigenza della coop.ne era al corrente quindi fui costretto a dare le dimissioni.

    Chiedo quanto tempo ci vuole per riavere la quota sociale versata?…

    Posso rivalermi su Partesa?… anche se a suo tempo ho firmato un documento in cui dico di non dover pretendere nulla di più di quello pattuito.
    insieme al trasporto e consegna facevo anche “L’agente di incasso” lavoro che non mi veniva retribuito perché non era la mia mansione di cui conservo ancora adesso tutte le ricevute e le distinte degli incassi posso a distanza di anni chiedere il dovuto?
    Grazie


Lascia un commento