Soldi e Lavoro

Il Post

Articoli e notizie su ‘destinazione d’uso’

Tutti gli articoli e le notizie riguardanti l'argomento ‘destinazione d’uso’

Cambio destinazione d’uso

catasto

Gent.mo Geometra Terracciano, vorrei richiedere il cambio di destinazione d’uso per trasformare un ufficio accatastato A/10, in abitazione.

Nell’immobile non c’è l’attacco del gas, ma è presente la cucina dotata di lavello, piastra di cottura ad induzione e frigorifero.

Tutto è funzionante con l’impianto elettrico, ma ho sentito che possono essere fatti dei controlli al fine della convalida del cambio d’uso e la presenza della cucina comporterebbe una multa per abuso.

Potrei “risolvere” il» leggi tutto

  • Non ci sono commenti

    Cambio destinazione d’uso di un magazzino

    millesimi300

    DOMANDA: Egr. Geom. Terracciano, ringraziandola per le precise veloci risposte ai miei precedenti quesiti, vorrei porle una ulteriore domanda relativa al cambio delle aliquote millesimali di proprietà in un condominio.
    Mi risulta leggendo i testi canonici che occorra l’unanimità di 1000 millesimi.

    Nel caso però si verifichi un cambio di destinazione d’uso (esempio 4 mansarde del mio condominio erano dei magazzini senza abitabilità, diventate abitabili dopo condono). Avevano aliquote millesimali molto basse proprio in considerazione dell’uso magazzino. Ritengo che questi proprietari non possano opporsi ad un cambio di» leggi tutto

    Non ci sono commenti

    Come cambio la destinazione d’uso?

    catasto

    DOMANDA: salve geometra, io ho acquistato nel 2010 un appartamento accatastato come A/10,ma a tutti gli effetti un appartamento pronto per essere abitato e ci vivo con la mia famiglia, con la promessa del costruttore che dopo 2 anni avrebbe fatto la variazione “che ha fatto per altri coinquilini” e per motivi x ora e stato bloccato. la mia domanda visto che nel mio stabile tutti hanno avuto la variazione tranne io come mi posso comportare?? quali sono gli iter da seguire per poter avere la variazione» leggi tutto

  • 2 Commenti

    Cambio destinazione d’uso e costi

    capannone300

    gentile geometra sono proprietaria di un capannone in settimo milanese in categoria c/3 vorrei venderlo e la probabile acquirente vorrebbe avviare una attività di gonfiabili. e’ possibile il cambio d’uso in commerciale/terziario e quanto costa?. cordialità

    Gentile lettrice, buona sera.

    Il cambio di destinazione d’uso comporta variazioni al Comune e al Catasto, per cui il costo presunto si aggira intorno alle 3.000 euro, quindi si rivolga ad un geometra con studio tecnico e si faccia indicare il costo reale.

    Cordialità

    Geom. Terracciano

    Leggi ancora per approfondire su Facebook
    
    

    Non ci sono commenti

    Cambio destinazione d’uso per studi privati

    Gentile Geometra Terracciano,
    ho letto con molto interesse un suo articolo riguardante la destinazione d’uso di un immobile da affittare a studio medico. Nella Sua risposta ho letto quanto segue:
    “La destinazione d’uso, da abitazione, categoria A/2 o A/3, va necessariamente cambiata in A/10, ovvero di pertinenza STUDI PROFESSIONALI, per questo deve rivolgersi ad un mio collega Geometra che svolga libera professione in loco”. Mi è stato detto invece, e vorrei da Lei una conferma, che è possibile lasciare inalterata la destinazione d’uso qualora lo studio medico/studio professionale riceva per
    » leggi tutto

    1 Commento

    Cambio destinazione d’uso

    Vorrei acquistare a Bracciano (RM) un appartamento per uso abitativo (2^ casa), ma è per uso ufficio con stesse caratteristiche di abitazione. Nella Palazzina di 4 piani gli appartamenti, tutti simili tra loro, alcuni sono adibiti ad uso residenziale, altri (soprattutto al piano 1°) per uso ufficio, come sembra da un regolamento comunale, dove il costruttore è stato costretto a destinare ad uso ufficio una quota di unità abitative costruite.

    Potrei chiedere il cambio di destinazione d’ uso (a residenziale) al Comune e con quali difficoltà e spese? Grazie per» leggi tutto

  • Non ci sono commenti

    Ipotesi di costo per cambio destinazione d’uso

    agibilita

    Salve geometra, sono A.C., vorrei sapere dopo quanti anni o se da subito si può effettuare il cambio di destinazione d’uso da ufficio ad abitazione? e quanto ammonta la cifra su 80 mq.? grazie

    Gentile lettrice, signora A.C., da un punto di vista urbanistico-edilizio sarà accatastato A/10, quindi, volendo e ricorrendo le condizioni, si può cambiare la destinazione d’uso, da A/10 ad A/3 spendendo un onere che non dovrebbe superare le 5 – 6.000 euro.

    Cordialità

    Geom. Terracciano

    Non ci sono commenti

    Ricerca geometra per cambio destinazione uso

    Salve, ho bisogno di aiuto in quanto mio padre possiede un garage zona Casalotti(Roma), vorremmo chiedere un cambio destinazione d’uso.

    Il problema e’ che non troviamo un tecnico che ci possa aiutare sono troppo impegnati o incompetenti.

    Lei si occupa anche di quella zona?

    Se e’ no può indicarmi una persona sveglia e competente alla quale possiamo affidarci?

    Grazie per l’attenzione aspetto una risposta al più’ presto.

    Gentile lettrice, buona sera.

    Pur essendo geometra non svolgo libera professione né nella città in cui risiedo, né altrove.

    Le posso soltanto consigliare… » leggi tutto

    Non ci sono commenti

    Modifica destinazione d'uso

    75547794

    Buongiorno Geometra Terracciano. Volevo approfittare ancora una volta della Sua pregevole consulenza per capire da inesperto quale sono se devo tutelarmi meglio nei confronti dei miei vicini. Mi spiego meglio ma forse Lei potrà ricordare la mia vicenda  riguardante spese per il ripristino lastrico solare e possibilità di ripartizioni a millesimi una volta che fossero stati stabiliti. A tal proposito, avendo dato incarico ad un tecnico abilitato, questi mi ha fatto notare che  nelle varie planimetrie esibite per la formulazione delle tabelle, c’è un locale attualmente di proprietà del mio» leggi tutto

    Non ci sono commenti

    Affitto parziale

    tetto300

    Salve,

    sono proprietario di un’immobile accatastato come civile abitazione che vorrebbe affittare il primo piano della suddetto ad un “medico di famiglia” come studio.

    Ora, posto che i due piani sono facilmente separabili e che la cubatura dei locali che saranno adibiti a studio è inferiore a quella del resto dell’immobile, mi chiedevo se fosse necessario il cambio di destinazione d’uso.

    In definitiva vorrei sapere quando, nel caso di fitto di parte di una civile abitazione a studio medico convenzionato ,sia necessario il cambio di destinazione d’uso e quando invece» leggi tutto

    Non ci sono commenti
    Pagina 1 di 212