NAVIGA IL SITO

Sanzioni disciplinari

Le sanzioni disciplinari scattano nel momento in cui il lavoratore non rispetta le norme dettate dall’azienda in cui lavora

di Mauro Introzzi
Le sanzioni disciplinari scattano nel momento in cui il lavoratore non rispetta le norme dettate dall’azienda in cui lavora. Regole che possono essere obblighi, come quelli di rispetto dell’orario di lavoro o di cura degli asset aziendali, o divieti, come quello di divulgazione di segreti aziendali.
Per chi non rispetta questi obblighi o vìola questi divieti, le sanzioni disciplinari possono essere un semplice rimprovero verbale, un biasimo scritto, una multa, una sospensione dal servizio e dalla retribuzione non superiore ai 10 giorni fino ad arrivare al licenziamento disciplinare senza preavviso. Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

Soldionline

Borsa italiana in rialzo: FTSEMib (quasi) sui massimi di giornata

Borsa italiana in rialzo: FTSEMib (quasi) sui massimi di giornata

Chiusura in rialzo per Piazza Affari, dopo lo scivolone di mercoledì e la sosta di Ferragosto. In positivo utility e banche. Il FTSEMib si allontana dai 20mila Continua

da

ABC Risparmio

Pensione di reversibilità 2019: chi ne ha diritto, importo e domanda

Pensione di reversibilità 2019: chi ne ha diritto, importo e domanda

La pensione di reversibilità spetta ai parenti stretti di un pensionato defunto. Anche nel caso in cui ne abbia maturato di diritti pur continuando a lavorare. Continua »