NAVIGA IL SITO
Home » Guide » Lavoro » Come Assumere Chi Appartiene Alle Categorie Protette
Guide simili Non ci sono articoli correlati per questo articolo
Speciale Non ci sono articoli correlati per questo articolo

Come Assumere Chi Appartiene Alle Categorie Protette

Oggi non è più una cosa semplice trovare un lavoro. Ancor di più il disagio è vissuto dai diversamente abili. In tal caso però la legge viene in loro aiuto con una tipologia di assunzione agevolata, le cosiddette categorie protette. Ecco come districarsi in questo mondo di leggi per un'azienda che assume persone appartenenti a tali categorie.

Istruzioni
Difficoltà
come-assumere-chi-appartiene-alle-categorie-protette

Approfondimento:

Non ci sono articoli correlati per questo articolo
  1. Se sei un imprenditore intenzionato ad assumere personale appartenente alle categorie protette, devi innanzitutto sapere che queste persone sono o invalidi civili, invalidi del lavoro, non vedenti, sordomuti, vittime del terrorismo, orfani di guerra, del lavoro o per servizio, vedove, invalidi militari e appartenenti alla protezione civile.
  2. Abbi cura di verificare che l'invalido civile presenti una percentuale superiore al 45%, l'invalido del lavoro abbia una percentuale superiore al 33% come invalidità INAIL e il non vedente presenti un difetto visivo tra i 9 ed i 10 decimi per tutti e due gli occhi. Considera che l'assunzione delle categorie protette prevede per te uno sgravio fiscale, ma è anche un tuo dovere, in quanto lo Stato ti vincola ad assumere un certo numero di lavoratori diversamente abili nelle categorie protette.
  3. A questo punto se hai intenzione di ampliare l'organico, devi tener conto delle categorie protette, e convocare i candidati appartenenti a tale categoria per chiamata nominativa e per chiamata numerica. Il primo modo di assumere personale da categorie protette consiste nel tipico reclutamento tramite colloquio, dove l'imprenditore valuta le capacità varie alla mansione richiesta della persona inserita nella categoria protetta.
  4. Di solito dopo il colloquio, il lavoratore protetto deve sottoporsi anche ad una prova pratica o scritta sul lavoro che andrebbe a svolgere se assunto. Per quanto riguarda la chiamata numerica, non è l'imprenditore ad occuparsi della selezione del personale protetto, ma il centro per l'impiego. Questo andrà perciò a visionare l'elenco dei lavoratori protetti iscritti all'ufficio che più si avvicinano alla profilo ricercato. Qui è importante l'anzianità di iscrizione al centro per l'impiego come categoria protetta, oltreché l'esito del colloquio. Infine è prevista anche l'assunzione per selezione mista, ovvero l'impresa può attivare la selezione sia per chiamata nominativa che per chiamata numerica.

Leggi anche:

Non ci sono articoli correlati per questo articolo
di alexmex
Non ci sono articoli correlati per questo articolo
da

Soldionline

Telecom Italia crolla, ma il FTSEMib guadagna l'1,2%

Telecom Italia crolla, ma il FTSEMib guadagna l'1,2%

Venerdì nero per la compagnia telefonica, dopo che il management ha fornito le nuove stime per il 2018 e per il 2019. Ottima giornata, invece, per Saipem e per Astaldi Continua »

da

ABC Risparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »