NAVIGA IL SITO
Home » Guide » Lavoro » Cuneo fiscale: la flat tax di Rajoy

Cuneo fiscale: la flat tax di Rajoy

Tassa unica di 100 euro al mese per ogni lavoratore assunto a tempo indeterminato se aumenta l'organico e rimane in azienda per almeno tre anni. Dal 2015 esenzione fiscale sotto i 12mila euro l'anno.

di Redazione SoldieLavoro 26 feb 2014 - ore 14:48
Nei giorni scorsi il premier spagnolo Mariano Rajoy ha presentato un disegno di riforma del sistema fiscale del suo Paese che prevede la riduzione del carico fiscale e imprese, e il conseguente taglio del cuneo fiscale.

TASSA SULLE IMPRESE - Per ogni nuovo assunto a tempo indeterminato le imprese dovranno pagare una flat tax unica di 100 euro al mese per i primi due anni di assunzione, a condizione che il nuovo assunto vada ad ampliare l’organico e rimanga in azienda per almeno tre anni.

LEGGI ANCHE: Il cuneo fiscale in Italia

bandiera-spagnaSecondo le stime del Governo, per ogni lavoratore assunto rispettando le condizioni poste dal Governo, le imprese potranno risparmiare fino all’80% delle tasse rispetto al regime precedente.

La riforma fiscale spagnola ha lo scopo di stimolare l’assunzione di nuovi lavoratori. Il tasso di disoccupazione è infatti al 26% per l’intera popolazione, e del 50% tra i giovani.

"Si tratta del più importante impulso alla creazione di lavoro della nostra storia", ha detto Rajoy.

LEGGI ANCHE: L’occupazione sarà il problema dei prossimi 30 anni

ESENZIONE FISCALE - Oltre al taglio delle tasse sulle imprese, l’intervento del Governo prevede dal 2015 l’esenzione fiscale per chi guadagna meno di 12mila euro l’anno. Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
TAG: tasse